Ultima modifica: 3 novembre 2016

Regolamento Corso Serale

Il Corso serale riformato è rivolto agli studenti che abbiano compiuto il 16° anno di età e prevede una didattica modulare svolta anche a distanza (FAD).

Esso si articola in tre periodi alla fine dei quali si sostiene l’Esame di Stato. La promozione avviene quando lo studente ha ottenuto una valutazione positiva di tutti i moduli (UDA) . Nel caso in cui non si ottenga la promozione, i moduli affrontati e valutati positivamente sono capitalizzabili e costituiscono credito per l’anno di corso. Tutte queste opportunità permettono all’utente adulto e lavoratore di poter velocizzare il percorso per concludere il quinquennio, in base alle proprie esigenze e alle risorse personali. Permette anche di continuare il percorso formativo in caso di imprevisti o difficoltà, nella certezza che i moduli affrontati e valutati non perdono la loro validità.

ORGANIZZAZIONE OFFERTA FORMATIVA DI ISTITUTO

A tutti gli studenti del Corso serale è aperta l’Offerta formativa d’Istituto, compatibilmente con i loro interessi, gli orari di lavoro e gli pegni personali.

FLESSIBILITÀ ORARIA E TEMPORALE

Il monte ore è garantito svolgendo durante tutto l’anno scolastico attività di accoglienza, orientamento, riattivazione di competenze trasversali e di metodo di studio, tutoraggio personalizzato, attività modulari di recupero e approfondimento: come visite aziendali o mostre e fiere attinenti ai programmi del percorso didattico.

La flessibilità della struttura del Corso potrebbe permette agli studenti di svolgere le attività per classi aperte, il formarsi gruppi di frequentanti per modulo di ogni disciplina. Si potrebbe rompere la struttura della classe tradizionale come unità di lavoro.

DIDATTICA MODULARE PER UDA ( UNITA’ DI APPRENDIMENTO )

Ogni disciplina è suddivisa in moduli chiamati UDA . Per UDA si intende una parte “ragionata” di programma, o COMPETETENZA costituita da CONOSCENZE E ABILITA’ . A seconda del monte ore, ogni disciplina prevederà una serie di moduli UDA.

RICONOSCIMENTO DEI CREDITI

I Crediti costituiscono il riconoscimento di conoscenze e competenze già possedute dal corsista ed acquisite in seguito a:

1. Studi certificati da titoli conseguiti in Istituti statali, paritari o legalmente riconosciuti (Crediti Formali)

2. Studi certificati da altre agenzie formative (Crediti Non Formali)

3. Conoscenze e competenze acquisite in ambiente di lavoro o in seguito ad esperienze personali (Crediti Informali). Il loro riconoscimento è automatico nella prima ipotesi, mentre nella seconda e nella terza occorre una valutazione in base a prove di verifica e/o decisioni del Consiglio di Classe.

4. Esami integrativi o di idoneità

5. Moduli interni già superati.

La richiesta di riconoscimento dei crediti formali va formulata all’atto dell’iscrizione (o nei primi giorni dell’anno scolastico); le certificazioni vanno presentate tempestivamente. I crediti determinano l’esonero dalla frequenza dei moduli delle materie per le quali sono stati riconosciuti.

Pertanto si dovrà stipulare per ogni studente un PATTO FORMATIVO PERSONALIZZATO che consentirà loro di accedere a percorsi differenziati in relazione ai crediti riconosciuti

SESSIONI DI VERIFICA VALUTAZIONI

Le verifiche formative e sommative, scritte e orali, approderanno ad una valutazione unica per UDA . Nello scrutinio finale sarà espressa una valutazione della competenza con voto unico intero, che deriva dalla media delle valutazioni di cui è composta ogni competenza.

ASSENZE

Vengono giustificate tutte le assenze corredate da regolare certificato medico o dichiarazione del datore di lavoro attestante l’orario di servizio del dipendente in caso di turnistica. Tali assenze non incidono sulla richiesta percentuale di presenza del 75% per modulo.

Anche se giustificate non devono comunque superare un certo numero, in modo tale da permettere al docente di dare una valutazione obiettiva del livello di apprendimento dello studente.

Vengono accettate le richieste di ingresso in ritardo la I ora e di uscita anticipata la V ora dovute a problemi di lavoro o di trasporti. Gli eventuali studenti minorenni sono tenuti a giustificare le assenze con il libretto personale dello studente.

CARENZE

La situazione di carenza viene rilevata e applicata secondo la normativa vigente. Essa corrisponde ad un’insufficienza diffusa all’interno della disciplina con mancato raggiungimento degli obiettivi minimi di apprendimento e delle competenze richieste in quella disciplina per quel determinato anno. Nel caso di lacune relative solo a parti di programma viene sollecitato un lavoro di recupero da svolgersi autonomamente dallo studente su indicazione dell’insegnante della disciplina.




Link vai su